martedì 30 ottobre 2012

Hama beads (o Pyssla) - Decorazioni per Halloween

Quest'anno l'atmosfera di Halloween che si sta iniziando a respirare in giro mi sta coinvolgendo pochissimo: sarà forse perchè io dovrò lavorare (e per il secondo anno consecutivo) invece di andare in giro a divertirmi alle feste organizzate nei vari locali? :'-(
Nonostante questo, qualche cosina l'ho preparata lo stesso, per non lasciare la casa (anche se vuota) completamente disadorna. Ho pensato quindi a delle decorazioni da attaccare alle finestre, in modo che almeno la gente da fuori possa vederle, e le ho fatte con le Hama beads. Purtroppo non ho ancora avuto modo di fare un ordine sul sito ufficiale di questa marca, quindi non ho potuto realizzarle, come avrei voluto, con le perline che brillano al buio, perchè per il momento in casa avevo solo quelle con i colori "base" di Ikea. 
Ecco i risultati che ho ottenuto:

un fantasmino
una zucca col cappello da strega
ed un occhio



Uncinetto - Tutorial Granny's square e Granny's mandala, e premessa sgabello

La scorsa settimana ero a casa dei miei genitori malata, a causa di una colica. Dato che non sapevo cosa fare per passare il tempo (e non avevo con me i miei lavori già avviati, rimasti a casa mia), mia mamma è riuscita a trovare in casa vari piccoli gomitoli di lana, avanzi di alcuni lavori fatti moltissimi anni fa, alcuni anche da me nei miei tragici tentativi di lavoro a maglia quando ero poco più di una bambina. La mamma mi ha suggerito di provare a fare un paio di scarpine da neonato per la bimba di mia cugina che nascerà a fine gennaio, ma non sono riuscita a trovare uno schema che mi piacesse (e che fosse anche sufficientemente comprensibile), e poi mi sono anche resa conto che la lana che avevo a disposizione non era adatta perché troppo grossa.
Pensando ad un possibile impiego alternativo, mi sono venuti in mente alcuni sgabelli con la seduta rivestita all'uncinetto che avevo visto sul web. Avevo appunto in casa un vecchio sgabello con le gambe in metallo e la seduta rotonda in legno che alcuni anni fa avevo restaurato (cioè mio padre aveva verniciato le gambe con un bel grigio canna di fucile, ed io avevo stuccato e verniciato di bianco la seduta) con l'intenzione di decorarlo con il découpage, ma che alla fine era rimasto incompiuto. Ho quindi reso una mano di bianco alla seduta e mi sono messa al lavoro armata di uncinetto n°4. I miei giorni liberi si sono conclusi nella serata di domenica, quindi non ho fatto in tempo a finirlo, anche se ormai mi mancano solo un paio di giri, lo finirò appena potrò tornare a casa dei miei genitori e poi vi farò vedere il risultato. Intanto vi darò un po' di spiegazioni, in caso vi avessi dato l'ispirazione per un articolo di arredamento semplice da realizzare ed economico. E' poco dispendioso perchè potete come me utilizzare avanzi di lana ed un vecchio sgabello, ma anche nel caso in cui non aveste uno sgabello in casa e doveste comprarlo, da Ikea se ne trovano di supereconomici (ed anche coloratissimi).
Come potete vedere nelle immagini presenti nel link in alto, questi sgabelli vengono rivestiti principalmente con due metodi:
  • quelli quadrati o rettangolari con un unico granny's square molto grande (smettendo poi di aumentare quando si arriva ai bordi, in modo da poter rivestire i lati della seduta). Per chi non lo sapesse, un granny's square (cioè la classica piastrella all'uncinetto) si fa così: 
  • quelli rotondi, fatti con un unico Granny's mandala, che sarebbe la versione rotonda del Granny's square. Questa versione rotonda è un po' meno conosciuta in Italia, ma è diffusissima in America. Ho trovato la spiegazione per farlo su un blog americano, quindi in inglese. Ecco qui di seguito la traduzione.

GRANNY'S MANDALA

Avviate con 6 catenelle chiuse ad anello con una maglia bassissima. 
1° giro: nell'anello, eseguite 3 catenelle (che sostituiscono una maglia alta), 1 maglia alta, 1 catenella, *2 maglie alte, 1 catenella*, ripetere la sequenza all'interno degli asterischi fino ad ottenere un totale di 6 gruppi di 2 maglie alte alernati da 1 catenella. Chiudere il giro con una maglia bassissima. Tagliare e fermare il filo.
2° giro: Prendete un nuovo colore ed agganciatevi al lavoro con una maglia bassissima in uno degli spazi venuti a crearsi nel giro precedente. Eseguite 3 catenelle, una maglia alta, poi (nello stesso spazio) altre due maglie alte, 1 catenella, *nello spazio successivo 2 maglie alte, 1 catenella, 2 maglie alte nello stesso spazio, una catenella*. Ripetere la sequenza all'interno degli asterischi fino alla fine del giro, chiudendo poi con una maglia bassissima. Tagliare e fermare il filo.
3° e 4° giro: Prendete un nuovo colore ed agganciatevi al lavoro con una maglia bassissima in uno degli spazi. Eseguite 3 catenelle, 2 maglie alte, 1 catenella, *nello spazio successivo eseguite 3 maglie alte, 1 catenella*. Ripetere la sequenza all'interno degli asterischi fino alla fine del giro, chiudendo poi con una maglia bassissima. Tagliare e fermare il filo.
5° giro: Prendete un nuovo colore ed agganciatevi al lavoro con una maglia bassissima in uno degli spazi. Eseguite tre catenelle, 2 maglie alte, 1 catenella, 3 maglie alte nello stesso spazio, 1 catenella, *nello spazio successivo 3 maglie alte, 1 catenella, 3 maglie alte nello stesso spazio, 1 catenella*. Ripetere la sequenza all'interno degli asterischi fino alla fine del giro, chiudendo poi con una maglia bassissima. Tagliare e fermare il filo.
6° e 7° giro: In questi giri non si aumenta, quindi si eseguono come i giri 3° e 4°.
8° giro: In questo giro si torna ad aumentare, ma non in ogni spazio (in uno si aumenta e in uno no). Prendete un nuovo colore ed agganciatevi al lavoro con una maglia bassissima in uno degli spazi. Eseguite tre catenelle, 2 maglie alte, , 1 catenella, 3 maglie alte nello stesso spazio, 1 catenella, *nello spazio successivo eseguire 3 maglie alte, 1 catenella, nello spazio successivo 3 maglie alte, 1 catenella, 3 maglie alte nello stesso spazio, 1 catenella*. Ripetere la sequenza all'interno degli asterischi fino alla fine del giro, chiudendo poi con una maglia bassissima. Tagliare e fermare il filo.
9°, 10° e 11° giro: In questi giri non si aumenta, quindi si eseguono come i giri 3° e 4°.
12° giro: Si aumenta di nuovo, quindi ripetete le istuzioni dell'8° giro aumentando però solo in uno spazio su tre (in uno si aumenta, nei due successivi no, e così via).
13°, 14° e 15° giro:  In questi giri non si aumenta, quindi si eseguono come i giri 3° e 4°.
16° giro: identico al 12° giro.
A questo punto avrete già ottenuto un cerchio piuttosto grande, ma se desiderate continuare basterà proseguire alternando 3 giri senza aumenti (cioè con i giri 13°, 14° e 15°) ad un giro di aumenti identico al 12°.

Prima possibile avrete le foto dello sgabello finito!

sabato 6 ottobre 2012

Hama beads (o Pyssla) - Tutorial ciotola cotta in forno!

Ecco un progetto per realizzare delle simpatiche ciotole tipo portafrutta o portacioccolatini con le Hama beads! E' anche veramente semplice da realizzare. Ecco qua l'occorrente:

- Hama beads (o Pyssla, o Perler Beads, ecc) nelle tonalità di colore che preferite
- una ciotola in vetro o ceramica (adatta alla cottura in forno) della dimensione che preferite;
- olio di semi (non usate l'olio d'oliva, io l'ho usato al primo tentativo e la ciotola è rimasta piuttosto                 unta nonostante i ripetuti lavaggi, anche in lavastoviglie).

Scaldate il forno a 200°C. Spennellate d'olio l'interno della ciotola (non esagerate, deve essere unta ma non in modo eccessivo) e versatevi dentro le perline. Piano piano cercate di disporle in modo da rivestire l'interno della ciotola (vedrete che sarà facile, l'olio le farà restare attaccate anche sulle pareti laterali), devono essere vicine ma non sovrapposte (dovete ottenere un singolo strato di perle).
Mettete quindi la ciotola in forno e sorvegliatene attentamente la cottura. In genere servono fra i 10 ed i 20 minuti, ma questo dipende anche dal risultato che volete ottenere: se volete che si vedano come delle "ciambelline" non dovrete tenerla troppo in forno, se invece volete che i buchini delle perle non si vedano più, per ottenere un effetto tipo macchie, dovrete tenerla più tempo in forno.
Togliete la ciotola dal forno facendo molta attenzione perché sarà quasi incandescente! Lasciatela raffreddare e vedrete che piano piano sul bordo superiore la ciotola da voi ottenuta inizierà a staccarsi da quella di ceramica. quando sarà fredda, finite di staccarla manualmente con delicatezza (io l'ho fatto aiutandomi anche con il manico di un cucchiaio in modo da arrivare verso il fondo per farla staccare meglio).
Questo è il risultato da me ottenuto:
e qui l'ho rovesciata per farvi vedere l'esterno liscio che si ottiene
Io ho usato le perline Pyssla di Ikea (ancora non mi sono decisa a fare l'ordine sul sito di Hama). Credo si potrebbe ottenere un risultato ancora migliore utilizzando le perline sempre colorate ma trasparenti, in modo da ottenere una ciotola ad effetto tipo vetro. Spero di poter sperimentare presto anche questa variante!
Per vedere altri esempi di questa tecnica, andate su Google Immagini e scrivete hama beads bowl. 
A presto!